Splendida pianta rampicante, regala abbondanti fioriture colorate: ecco i nostri consigli per coltivare con successo la Thunbergia Alata, conosciuta anche come “Susanna dagli occhi neri”.

La Thunbergia Alata, prodotta e commercializzata da RB Plant ad Albenga, è una bellissima pianta rampicante sempreverde, tipica dell'Africa meridionale e orientale, appartenente alla famiglia delle Acanthaceae. Vuoi imparare a coltivarla? Segui i nostri consigli! Innanzitutto, la Thunbergia Alata è conosciuta anche con il nome di “Susanna dagli occhi neri”, perché il centro del fiore, essendo nero, sembra un occhio. Cresce rapidamente e pruduce belle e abbondanti fioriture, anche se coltivata in vaso, nei terrazzi di casa o in giardini. Si tratta di una pianta africana che ama le temperature miti o alte e il sole. Teme invece il freddo e quindi, se la si coltiva in giardino, sarà necessario coprirla in inverno o portare il vaso dentro casa. Gli steli della pianta possono arrivare anche fino a due metri di altezza. Essendo un rampicante cresce su davanzali e muretti. La Thunbergia Alata vanta varie specie che producono fiori di diverso colore dal rosso, rosa al lilla al bianco. Non è difficile da coltivare, ma necessita comunque di cure e attenzioni.

Coltivare la Thunbergia Alata o “Susanna dagli occhi neri”

Ottenere splendide fioriture da questa pianta non è difficile. Può essere coltivata sia in vaso che in giardino, a patto che sia in un luogo soleggiato. Teme il freddo e le temperature sotto i dieci gradi. La posizione perfetta per il vaso di Thunbergia Alata è in pieno sole se all’aperto o comunque in una zona della casa molto illuminata, senza correnti d’aria. In estate, però, la pianta va tenuta al riparo da un’eccessiva esposizione, in posizione semi ombreggiata. Predilige un terreno soffice, ben drenato e ricco di nutrienti, specifico per piante da fiore. Consigliamo di posizionare uno strato di palline di argilla sul fondo del vaso per evitare ristagni idrici. Innaffiala spesso, purché il terreno si asciughi tra un'irrigazione e l'altra, poiché teme i ristagni d'acqua. In estate, nel periodo più caldo tra maggio a ottobre, va annaffiata con regolarità. Potala in ottobre e rinvasa in vasi di 1-2 centimetri più grandi ogni 2 anni circa. Susanna dagli occhi neri teme parassiti come gli afidi e il ragnetto rosso e malattie come il marciume radicale. Per ottenere una fioritura più abbondante, consigliamo di aggiungere all’acqua per l’irrigazione, da maggio a settembre, un concime liquido per piante fiorite da erogare con una frequenza ogni 15 giorni.